Aquiloni Eolici

gennaio 5, 2010 da Massimiliano Magnanelli  
Categorie: Eolico

Aquiloni EoliciQuesta l’ultima idea made in Italy per estrarre energia dal vento. Il progetto nasce dall’insolita collaborazione di Massimo Ippolito kitesurfer per hobby e Mario Milanese docente al Politecnico di Torino e si basa su un’intuizione ispirata dal fatto che le vele per il kitesurf vengono progettate in maniera da essere poco preformanti perché al quelle altezze il vento offrirebbe una trazione talmente grande da non poter essere controllata. L’idea quindi è quella di andare a prendere il vento dove c’è ma non come fatto fino ad oggi variando latitudine e longitudine ma variando l’altezza. Infatti all’aumento della quota aumenta vertiginosamente la velocità del vento, grandezza fisica determinante fondamentale per il calcolo della quantità di energia estraibile visto che in proporzionalità quadrata rispetto alla forza. Il passo successivo è stato pensare ad una tecnologia che potesse arrivare più in alto (1000 metri e più) in maniera economicamente sostenibile; si è pensato di utilizzare un sistema simile a quello del kitesurf, da qui il nome kitegen, che funzionasse esattamente come uno yoyo trainato dal vento. Il sistema consiste in un aquilone ancorato tramite due cavi ad una dinamo solidale al terreno, quando il vento soffia l’aquilone srotola i cavi producendo energia elettrica; quando i cavi arrivano a fondo corsa uno dei due molla, la vela stalla quindi cade e viene recuperata, nel primo prototipo il 15%  dell’energia prodotta viene utilizzato per recuperarla ma l’obiettivo è abbassare questa quantità.

La cosa più interessante del sistema è che esso è progettato per sfruttare al meglio l’energia eolica, infatti il sistema non funziona come saremmo spinti a pensare con il vento in poppa ma sfrutta l’effetto venturi tracciano degli otto nella sua traiettoria; in pratica abbiamo una turbina composta sollo dalla parte finale delle pale, parte più performante, fatta girare solo dove il vento è più forte. Tutte queste componenti fanno si che con questo sistema sia possibile estrarre fino a 100 volte l’energia che estrarrebbe una pala eolica tradizionale alla stessa latitudine.

Stando ad i risultati del simulatore, validati dal prototipo realizzato da 2,5 kW, un impianto di questo tipo potrebbe produrre energia elettrica ad un costo, dovuto all’acquisto dell’impianto, pari ad 1 centesimo di euro vale a dire un terzo di quello che costa oggi l’approvvigionamento energetico tramite il carbone, fonte energetica economicamente più vantaggiosa oggi nel nostro mondo.

Commenti

Un commento a “Aquiloni Eolici”

  1. lorenzin alessandro on ottobre 15th, 2010 12:31

    sarei interessato al progetto per esportare questa tecnologia in Spagna, una zona molto ventosa
    grazie Lorenzin

Lascia un commento!
Per scegliere un avatar vai su gravatar.com!